“Assalto” al Women’s run a Bressanone: più di 600 partecipanti

605 donne alla partenza, tutte vestite di rosso, tutte in piazza duomo a Bressanone. Palpabile la tensione quando Eva Ellemunter, presidente del comitato organizzativo, poco prima delle ore 19 ha salutato le partecipanti e ha dato il via al programma di riscaldamento grazie alla collaborazione con il fitness-studio Knackig. Le oltre 600 donne e moltissimi fan hanno, è proprio il caso di dirlo, fatto sentire il loro fuoco. Il fuoco: questo il tema della 4° edizione della corsa femminile tanto amata a Bressanone. Le donne sono arrivate da tutto l’Alto Adige per partecipare a questa corsa a scopo benefico. 4,2 chilometri, attraversando il centro storico di Bressanone.

E così sotto il traguardo sono transitate atlete esperte, ma anche donne in dolce attesa e addirittura mamme con i loro bambini in braccio.  E tutte erano unite dallo stesso spirito, tutte con lo stesso obbiettivo: partecipare per aiutare.
A lato strada due ali di folla, centinaia di tifosi, che hanno sostenuto dall’inizio alla fine le numerose partecipanti. Ha partecipato anche l’Assessore Provinciale Martha Stocker, che ha salutato tutte le donne.

Una somma considerevole verrà donata anche quest’anno. Una mamma di Bressanone, sola e con due bambini, riceverà un assegno di € 2.420,00.

Nella fase introduttiva della manifestazione quest’anno ha avuto luogo per la prima volta il Children’s run in collaborazione con Medicus Comicus. Ben 50 i bambini che hanno partecipato e hanno corso per un chilometro e mezzo: anche loro per un fine benefico, e visibilmente con tanta gioia.

La serata si è conclusa con musica dal vivo ed una promessa comune: partecipare anche l’anno prossimo al “Women’s run” a Bressanone