Locher Gerd

gerd-locherGerd Locher, nato nel 1975, padre di 3 bambini, è un nutrizionista diplomato e uno sportivo appassionato . Dopo il calcio, negli anni della gioventù, ed una carriera di successo in pallamano, durante gli studi universitari si è occupato di fisiologia e rendimento nonché della corretta alimentazione sportiva, ed è arrivato infine all’argomento resistenza. Tornato in Alto Adige, ha iniziato a praticare sport di resistenza come la maratona, la mountain bike e lo sci d’alpinismo per verificare le sue conoscenze teoriche anche nella pratica.

Gerd, quali consigli nutrizionali puoi dare ai partecipanti della Maratona Bressanone Dolomiti?

Una maratona di montagna come quella di Bressanone con un dislivello di 2.340 metri è un’impresa gigantesca per qualsiasi persona. La chiave per il successo sta nel perfetto funzionamento del metabolismo lipidico. Ci si può allenare coprendo distanze lunghe senza rifornimento energetico (zuccheri o carboidrati). Fino alla gara, la riserva di carboidrati deve essere riempita. Bastano 2 o 3 giornate interne dove vengono combinati alimenti prevalentemente di carboidrati (pasta, pane, riso, cereali in generale, patate, anche pizza) con cibi proteici come pesce, uova, formaggio magro o carne. Si possono integrare anche lenticchie o fagioli, se lo si fa regolarmente. La sera e la mattina prima della gara si dovrebbe seguire l’istinto, basta che sia facilmente digeribile. Per questo motivo sono sconsigliati legumi e prodotti integrali. Personalmente assumo carne di pollo o pesce con patate lesse e verdura cotta alla sera. Questo l’ho copiato dai kenioti. Per colazione invece mangio del pane bianco con burro e marmellata o miele, uno yogurt naturale con fiocchi d’avena solubili, una banana e dei piccoli frutti. Come bevanda succo di ribes. Quello che mangio durante la gara dipende dallo stato di allenamento, dal tempo di corsa previsto e dai fattori esterni. È però molto importante non arrivare con fame o molta sete ai rifornimenti. Entrambi i sintomi influenzano negativamente la prestazione.